Le abbazie

Fondata nel 1986, Feudi di San Gregorio valorizza i vitigni autoctoni della tradizione campana come Greco, Fiano e Aglianico.

Uno dei suoi vini più importanti è il Greco di Tufo “Goleto”, intitolato al monastero fondato nel 1133 che fa da sfondo al vigneto.

Fondata ai piedi del Monte Corvino nel VIII secolo da monaci greci, occupata e restaurata dai Templari nel XIII sec.

Valvisciolo vanta una lavorazione dei vigneti di Malvasia Puntinata e Merlot con tecniche che rispettano l’habitat naturale con poca chimica.

Nel cuore del Veneto, l’Abbazia benedettina di Sant’Andrea di Busco si è caratterizzata sin dal 1200 per un’intensa attività agricola.

Da oltre 500 anni la famiglia Zeno prosegue la tradizione dell’abbazia, producendo prosecco da uve autoctone.

La coltivazione delle viti di Sagrantino nelle abbazie e nei conventi di Montefalco è testimoniata sin dal 1500 e riportata negli affreschi del Gozzoli a Montefalco.

Sin dagli anni Ottanta Arnaldo Caprai lavora per la valorizzazione e il recupero del Sagrantino.

Nel 1845, un gruppo di monaci benedettini proveniente da Muri (Argovia), giunse a Gries, alle porte di Bolzano favorendo la rinascita della cultura monastica e della viticoltura d’abbazia.

Oggi la cantina vanta prodotti d’eccellenza, come i vini pregiati “Abtei Muri”.

La Cantina dell’Abbazia di Novacella è tra le cantine attive più antiche al mondo.

Sin dalla sua fondazione il monastero ha potuto contare su svariati vigneti, oltre che masi agricoli e terreni che consentono la produzione di 3 linee di pregio: Classica, Praepositus e Insolitus.

L’Abbazia di Praglia sorge ai piedi dei colli Euganei (Padova) e si fonda sul lavoro manuale dei monaci che hanno investito risorse ed inventiva nella bonifica dell’area e nell’introduzione della vite di varietà quali la garganega, la friularo e il moscato fiordarancio.

Nell’800 un eremita si insediò sulla collina di Rosazzo per pregare e meditare. Vi costruì un oratorio che divenne poi monastero agostiniano. Proprio gli Agostiniani che insegnarono ai locali la coltivazione della vite. Che giunge fino a noi grazie a Livio Felluga.

Composta da 223 ettari di cui 65 vitati, la Baida sorge a Sambuca Val di Pesa, in prossimità di Tenuta Tignanello.

Qui viene prodotto Badia a Passignano Chianti Classico DOCG Gran Selezione, prodotto dai vigneti circostanti il monastero e massima espressione del Sangiovese in purezza di Marchesi Antinori.

Ora et Labora, una vita consacrata a Dio nel ‘Cenobio’, ovvero una vita in comune, vissuta nella comunione fraterna, nella solitudine e nel silenzio, nella preghiera e nel lavoro, dal 1875 le suore trappiste di Vitorchiano vinificano con metodi naturali, rispettando l’origine naturale dell’uva.

La comunità monastica di Bose ha poco più di cinquant’anni, è formata da uomini e donne di chiese diverse che cercano di vivere il Vangelo nella vita comune e nel celibato.

Anno dopo anno i monaci hanno bonificato e dissodato le terre impiantando grechetto e Merlot.

La Valle Isarco è la zona di produzione vinicola più a nord d’Italia, ricca di biodiversità e dal particolare microclima.

Cantina Valle Isarco, la più giovane cooperativa vinicola dell’Alto Adige, fondata nel 1961, ha saputo preservare e valorizzare questa unicità.

Il primo monastero fu edificato nel VII secolo dal figlio di Egenio il Longobardo, Atos, il quale donò parte dei suoi possedimenti a Padre Fratellus incaricandolo di costruirvi un centro di culto.

Nel corso dei secoli il centro divenne noto per la qualità delle sue terre e il fervore delle attività agricole.

François Martenot, maison del gruppo Les Grands Chais de France, è uno dei più autorevoli protagonisti della Borgogna.

Sarà questa prestigiosa realtà a raccontare l’importanza dei monaci Cistercensi nella valorizzazione della viticoltura in questo angolo della Francia e a presentare i rinomati vini dell’Hospices de Beaune.

Abbazia di Crapolla

La storia di Crapolla attraversa i secoli perché si dice fosse la grancia dell’abbazia madre di Vico tra l’XI e il XII secolo.

Oggi è sede dell’azienda vinicola fondata nel 2007 da Fulvio Alifano e Giuseppe Cuticini

"Amazing selection of delicious and fresh sourdough bread. My customers keep on coming back for Benson’s bread.”

Pete Walters, Luke caffe

hand-baked fresh daily

wholesale enquiries

Malesuada fames ac turpis egestas integer eget aliquet nibh. Egestas maecenas pharetra convallis posuere morbi leo urna molestie at. Tellus rutrum tellus pellentesque eu tincidunt tortor aliquam nulla facilisi. Phasellus egestas tellus rutrum tellus pellentesque eu. Ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit duis.
Ulteriori informazioni

Dove si trova l'evento?

Scopri cosa dicono di noi nella sezione dedicata alla press release